Certificato antimafia a seguito dell’entrata in vigore del decreto legislativo 218 del 15/11/2012

Dal 13 febbraio 2013 le Camere di Commercio non sono più autorizzate a rilasciare certificati camerali con la dicitura antimafia né al privato che si presenta allo sportello né alle pubbliche amministrazioni o privati gestori di servizi pubblici.

La certificazione antimafia può essere richiesta alla Prefettura competente soltanto da  Enti Pubblici/Stazioni Appaltanti. Gli Enti Pubblici/Stazioni Appaltanti potranno acquisire dal soggetto interessato (persona fisica o società) al rilascio della comunicazione antimafia la dichiarazione sostitutiva dell’assenza delle cause di decadenza, sospensione o divieto di cui all’art. 67 del D. Lgs. 159/2011. Successivamente, gli Enti Pubblici/Stazione Appaltanti potranno trasmettere tali dichiarazioni sostitutive a questa Prefettura che procederà alle verifiche di cui all’art. 71 del D.P.R. 445/2000.